Liceo linguistico

Il liceo linguistico

 

Un uomo che parla una lingua vale un uomo; un uomo che parla due lingue vale due uomini; un uomo che ne parla tre vale tutta l’umanità. (Proverbio africano)

 

La Fondazione Romano Guardini ha deciso di ampliare, a partire dall’anno scolastico 2016-17, la propria offerta formativa mediante l’istituzione di un Liceo Linguistico: gli iscritti ai corsi del nuovo indirizzo studiano inglese e spagnolo, a cui possono aggiungere un idioma a scelta fra cinese, francese e tedesco.
L’insegnamento delle lingue non punta soltanto all’acquisizione, da parte degli studenti, di conoscenze e competenze ortografiche, grammaticali, sintattiche, di vocabolario: tutto ciò deve costituire, nelle intenzioni dei docenti, una base di partenza da cui muovere perché gli allievi arrivino a sviluppare una conoscenza - quanto più possibile profonda e matura - delle realtà culturali ed umane, delle civiltà, insomma, di cui le lingue sono, da un lato, espressione, dall’altro, codice comunicativo.
All’insegnamento-studio dell’inglese, dello spagnolo, del cinese, del francese e del tedesco ci si approccia, quindi, seguendo l’impostazione che da sempre caratterizza il lavoro dei docenti dei licei classico e scientifico della Fondazione: la lingua straniera, viva o morta che sia, non deve essere considerata un fine bensì un mezzo, un mezzo grazie al quale conoscere un mondo “altro” dal proprio per potervi interagire in consapevole pienezza ed in piena consapevolezza.
Accanto al tradizionale studio d’aula, quindi, l’offerta formativa prevede la partecipazione a seminari in lingua organizzati per aree tematiche, come pure a rappresentazioni teatrali, in lingua originale, di classici delle diverse tradizioni culturali oggetto di studio.
Sempre nell’ottica di una conoscenza “viva” delle lingue e civiltà conosciute in classe, gli studenti vengono costantemente invitati a partecipare alle manifestazioni che Istituzioni universitarie, Centri culturali e associazioni varie organizzano sul territorio cittadino con finalità di promozione culturale.
Un particolare stimolo viene poi dalla peculiare storia della città di Napoli: ricca di testimonianze architettoniche, ma non solo, la nostra città consente agli studenti di confrontarsi in concreto con le tracce di un passato in cui la storia della loro città si legò a filo doppio con quella dei popoli con il cui universo si confrontano quotidianamente sui banchi di scuola.
È previsto, sia per il biennio che per il triennio, l’insegnamento di una materia (rispettivamente geografia e storia dell'arte in spagnolo) in lingua inglese - CLIL.
Inoltre, il piano di studi del biennio comprende, a potenziamento dell’area logico matematica, la frequenza di un’ora settimanale di Coding, la nuova frontiera dell’insegnamento dell’informatica; arrivati al triennio, poi, gli studenti che intendano proseguire il percorso avviato nei due anni precedenti possono usufruire di un laboratorio pomeridiano di informatica a frequenza facoltativa.

STUDIO DEL CINESE

La scelta di intraprendere lo studio della lingua e della cultura cinese già a partire dalla scuola secondaria di secondo grado può rivelarsi una scelta vincente. Scopri di più...

CODING

Grazie al contributo della materia al percorso scientifico e a quello umanistico attraverso il coding si ha obiettivo di diffondere conoscenze scientifiche di base per la comprensione della società moderna. Scopri di più...

OPEN DAY

MATERIALI E CONTRIBUTI

vai all'archivio completo>>